Bando ISI Inail 2024: fino a 130mila euro a fondo perduto

L’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) ha annunciato il nuovo bando ISI INAIL per l’anno 2023, con inizio previsto per febbraio 2024. Questo bando, destinato a tutte le imprese italiane registrate presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, offre l’opportunità unica di investire nella sicurezza. L’obiettivo principale è infatti promuovere la sicurezza sul posto di lavoro, stimolando soprattutto le aziende del settore agricolo a sostituire vecchi macchinari e attrezzature.

Ma come funziona l’edizione 2024? Cosa prevede e come presentare domanda per ottenere il fondo perduto? Per scoprire ogni dettaglio, continua a leggere questo articolo.

Cos’è ISI Inail?

ISI INAIL è un’iniziativa dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL). L’obiettivo principale di questo bando è fornire incentivi economici alle imprese per realizzare progetti e investimenti finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Questo bando è rivolto alle aziende che vogliono investire in tecnologie, attrezzature e soluzioni per ridurre i rischi di infortuni e malattie professionali. Il finanziamento può essere utilizzato per una varietà di iniziative, come l’acquisto di nuove macchine più sicure, la formazione dei dipendenti in materia di sicurezza, l’implementazione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro, e altre misure preventive.

In sostanza, il bando ISI INAIL mira a promuovere una cultura della sicurezza sul lavoro, incentivando le imprese a investire in misure preventive e migliorative che possono ridurre il rischio di incidenti e migliorare la salute e il benessere dei lavoratori.

Come funziona il bando ISI INAIL 2024

Il processo del bando ISI INAIL si sviluppa attraverso diverse fasi e richiede che le imprese interessate presentino un progetto mirato al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, migliorando le condizioni esistenti.

Il bando è articolato in cinque aree di finanziamento, ognuna delle quali è destinata a rispondere a specifiche necessità dei beneficiari e alle tipologie di progetti che possono essere finanziati. Esaminiamo come funziona il bando ISI INAIL e la struttura dei suoi finanziamenti.

Finanziamenti bando Inail 2024: fino a 130mila euro a fondo perduto

Nell’edizione 2023 del bando ISI INAIL, che inizia a febbraio 2024, sia le imprese che gli Enti del Terzo Settore possono richiedere finanziamenti a fondo perduto per progetti che rientrano nei diversi assi, con importi che vanno dai 5.000 ai 130.000 euro.

I finanziamenti, sotto forma di contributi in conto capitale, vengono calcolati sul totale delle spese ammissibili, esclusa l’IVA. La distribuzione dei finanziamenti varia in base all’area tematica del progetto:

  1. Per i progetti di investimento e quelli per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse 1), così come per i progetti di riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (Asse 2), la copertura finanziaria massima è del 65%. Il valore del progetto deve essere compreso tra 5.000 e 130.000 euro. Possono beneficiarne tutte le imprese, escludendo le micro e piccole imprese nel settore della produzione primaria agricola. L’Asse 2 include anche gli Enti del Terzo Settore.
  2. Per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, la copertura finanziaria massima è ancora del 65%, con progetti dal valore di 5.000 a 130.000 euro, aperti a tutte le imprese.
  3. Per progetti specifici di micro e piccole imprese in determinati settori, la copertura finanziaria massima è del 65%, con progetti del valore tra 5.000 e 50.000 euro. Questo asse è rivolto alle micro e piccole imprese, soprattutto in ambito di raccolta e smaltimento rifiuti, risanamento e gestione dei rifiuti.
  4. Per i progetti di micro e piccole imprese nel settore della produzione agricola primaria, la copertura finanziaria massima è del 40% per le imprese agricole e del 50% per i giovani agricoltori, con progetti del valore tra 5.000 e 50.000 euro.

Per il bando ISI INAIL, le risorse finanziarie disponibili ammontano a oltre 500 milioni di euro e saranno distribuite tra le Regioni e le Province Autonome, e suddivise in base agli assi di finanziamento. Ogni impresa può partecipare al bando con una sola domanda di finanziamento.

Bando ISI Inail 2024: progetti ammissibili

L’edizione 2024 del bando ISI INAIL accoglie proposte progettuali che devono essere in linea con uno dei cinque assi tematici previsti. Esaminiamo più da vicino i dettagli di ciò che è inclusa nel bando ISI INAIL.

Con un budget di 500 milioni di euro, il finanziamento sarà ripartito in 5 distinti assi:

  1. Progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1: questo asse è di natura “generalista” e comprende un ampio spettro di iniziative.
  2. Progetti per la riduzione del rischio in attività di movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2.
  3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3.
  4. Progetti specifici per micro e piccole imprese (MPMI) attive in settori particolari – Asse di finanziamento 4: questo asse si concentra sulle MPMI nel campo della raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti, nonché del recupero e preparazione per il riciclaggio dei materiali e servizi di risanamento e gestione dei rifiuti.
  5. Progetti per micro e piccole imprese nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5.

ISI Inail: beneficiari del bando 2024

Il bando ISI INAIL è aperto alle imprese, incluse quelle individuali, situate in qualsiasi parte del territorio nazionale e registrate presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura.

Per i progetti incentrati sulla riduzione del rischio nella movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse 2), i finanziamenti sono disponibili anche per gli Enti del terzo settore.

Ogni Regione o Provincia autonoma stabilisce i propri criteri specifici per i beneficiari. Tuttavia, in generale, per essere ammissibili al bando ISI INAIL, un’impresa deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • Essere operativa nell’ambito territoriale della Regione o Provincia autonoma dove si intende realizzare il progetto.
  • Essere regolarmente iscritta nei registri o albi appropriati a livello nazionale, regionale e provinciale.
  • Essere iscritta al sistema di assicurazione e previdenza sociale.
  • Avere piena e libera capacità di esercitare i propri diritti, non essere in fase di liquidazione o sottoposta a procedure concorsuali.
  • Essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi.

Inoltre, le imprese non devono aver richiesto o ricevuto altri finanziamenti pubblici per il progetto presentato. È inoltre necessario che il titolare e il legale rappresentante non abbiano subito condanne penali.

Come presentare domanda per il bando Inail 2024?

Le domande devono essere presentate online attraverso il sito ufficiale dell’INAIL. Il processo di candidatura inizia da febbraio 2024 e si svolge attraverso specifiche procedure online, con diverse scadenze nel corso dell’anno. Sicuramente il bando INAIL 2024 rappresenta un’opportunità importante per le aziende che vogliono investire nella sicurezza e nella salute dei lavoratori. Tuttavia gli imprenditori e le piccole imprese incontrano spesso difficoltà nel compilare le domande di finanziamento, commettendo errori che possono avere un impatto negativo sull’esito della richiesta di finanziamento. Per questo motivo, è sempre consigliato rivolgersi a consulenti specializzati in finanza agevolata a 360° per le PMI, come noi di Finera. Il nostro team di professionisti altamente qualificati aiuta le imprese per qualsiasi tipo di bando e contributo a fondo perduto. Compreso il bando ISI Inail 2024.

Se sei interessato a ricevere una consulenza gratuita per il bando ISI Inail 2024, richiedi subito una prima consulenza gratuita e non vincolante con noi.

Blog finera

Cerchi liquidità e contributi per la tua azienda?

Oltre 500 imprese ci hanno già scelto

Scopri tutte le opportunità di cui l’azienda può benificiare fissando ora una prima consulenza gratuita.

Ultimi articoli

Cerchi liquidità e contributi per la tua azienda?

Oltre 500 imprese ci hanno già scelto

Scopri tutte le opportunità di cui la tua azienda può benificiare fissando ora una prima consulenza gratuita.