Transizione 5.0: cos’è e le novità per le PMI nel 2024

Transizione 5.0

Nel contesto della rapida evoluzione tecnologica e sociale che caratterizza il nostro tempo, emerge un nuovo concetto fondamentale per le imprese e l’economia: la Transizione 5.0. Questo termine incapsula una visione futuristica dell’industria e del commercio, dove l’innovazione tecnologica si fonde con una crescente consapevolezza sociale e ambientale. Se vuoi scoprire più nel dettaglio cos’è la Transizione 5.0, quali sono i suoi pilastri fondamentali, quale sarà l’impatto sulle imprese e perché rappresenta una profonda rivoluzione culturale, continua a leggere questo articolo.

Cos’è la Transizione 5.0 e cosa cambia rispetto alla Transizione 4.0?

La Transizione 5.0, inserita nell’agenda del Governo italiano come evoluzione del piano di Transizione 4.0, rappresenta la quinta rivoluzione industriale. Infatti, mentre la Transizione 4.0 si è concentrata principalmente sull’automazione, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e l’efficienza produttiva, la Transizione 5.0 si sposta verso un approccio più olistico basato su tre pilastri fondamentali:

  1. Umanocentricità: Maggiore enfasi sulla collaborazione tra uomo e macchina, con un focus sul miglioramento della qualità della vita e dell’ambiente lavorativo.
  2. Sostenibilità: Integrazione di pratiche sostenibili per ridurre l’impatto ambientale dell’industria.
  3. Resilienza: Adattamento e flessibilità delle imprese alle sfide globali come i cambiamenti climatici.

Quindi, la Transizione 5.0 va oltre l’automazione e la digitalizzazione. I tre pilastri su cui si fonda (umanocentricità, sostenibilità e resilienza) sono stati delineati dalla Commissione Europea, e puntano a un avanzamento industriale che integri aspetti sociali e ambientali oltre al progresso tecnologico.

Transizione 5.0: rivoluzione culturale e impatto sulle Imprese

La Transizione 5.0 segna un cambiamento culturale, spostando l’attenzione dalla produttività al benessere delle persone e dell’ambiente. Questo processo richiede alle aziende di adottare un approccio di economia circolare e migliorare l’adattabilità dei processi produttivi, ponendo al centro società e sostenibilità.

Ciò significa che, con Industria 5.0, le imprese dovranno adottare tecnologie innovative e rivedere i loro modelli di business. L’attenzione verso il rispetto delle persone e del pianeta diventa sempre più cruciale, con un’aspettativa di adeguamento ai principi ESG (Environmental, Social, and Governance) da parte del tessuto imprenditoriale.

12 miliardi nel 2024-2025 per Industria 5.0

Il Governo Meloni sembra orientato verso l’adozione della Transizione 5.0/Industria 5.0, come evoluzione della Transizione 4.0/Industria 4.0 (Piano Calenda), nonostante l’assenza di riferimenti espliciti nella bozza della Finanziaria 2024. Le aziende, in attesa di maggiori incentivi per la digitalizzazione e l’ottimizzazione produttiva, hanno espresso delusione per l’attuale copertura del credito d’imposta, insufficiente a fronte dell’aumento dei costi e dei tassi di interesse. Tuttavia, Confindustria e altre associazioni hanno presentato un documento dettagliato al Ministro Urso, e fonti interne suggeriscono che il Piano Industria 5.0/Transizione 5.0 potrebbe essere incluso nel nuovo documento ufficiale, con un focus sugli investimenti “green”.

In questo contesto, il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha annunciato che 12 miliardi di euro saranno destinati nel biennio 2024-2025 alla Transizione 5.0, con l’obiettivo di sostenere le imprese nella transizione ecologica e digitale. Questi fondi, parte del Piano nazionale di ripresa e resilienza e dello strumento Repower-Eu, confermano l’impegno del governo nell’ambito di una svolta significativa verso pratiche aziendali più sostenibili e tecnologicamente avanzate.

Leggi altre news

Blog finera

Cerchi liquidità e contributi per la tua azienda?

Oltre 500 imprese ci hanno già scelto

Scopri tutte le opportunità di cui l’azienda può benificiare fissando ora una prima consulenza gratuita.

Ultimi articoli

Blog finera

Cerchi liquidità e contributi per la tua azienda?

Oltre 500 imprese ci hanno già scelto

Scopri tutte le opportunità di cui la tua azienda può benificiare fissando ora una prima consulenza gratuita.